È in corso una seduta di rifinitura allo stadio Ianniello per la Frattese di Salvatore Ambrosino. Si respira aria di ottimismo, voglia di ricominciare e di riconnettersi agli entusiasmi che hanno accompagnato l'ambiente, e la stessa società, non più tardi di sette mesi fa. È la nuova scommessa di Adamo Guarino che, pur nella gravosa reggenza della Puteolana, alla ricerca della salvezza in serie D, ha voluto rilanciare il proprio impegno al vertice del club della sua città natale. Sono arrivati ben 23 elementi nuovi, di cui molti sui quali la dirigenza aveva puntato ad inizio stagione, prima del blocco dei campionati e del dirottamento di questi atleti verso Pozzuoli. Quattro le riconferme e diversi gli under tutti da scoprire e da valutare nelle prossime settimane. Difficile stabilire quale formazione potrà scendere in campo questo pomeriggio ad Acerra, fermo restando che il tema tattico di Ambrosino non dovrebbe prescindere dal 4-3-3 già sperimentato ad inizio torneo.

Proviamo a fare le carte alla rosa nerostellata. C'è curiosità, intanto, sulla scelta dei due under, partendo tuttavia da una certezza: uno dei due verrà sicuramente impiegato sulla fascia sinistra, coi 2001 Spavone e Liguoro, e il 2002 Musella, in lotta per una maglia. Musella potrebbe partire teoricamente avvantaggiato visto che il suo utilizzo libererebbe quello di Santangelo in porta o Antignano a destra (fascia per la quale si candidano anche Caiazzo e Gervasio Costanzo). Diversamente, con l'investitura di Spavone o Liguoro, si punterebbe su Vitale o Granato in mediana. Allo stato attuale, il centrocampo dovrebbe essere disegnato intorno alla regia di De Marco e ai polmoni di Bencivenga e Fontanarosa, con Cavaliere jolly per tutte le situazioni. Al centro della difesa ci sarà certamente Della Monica, in attesa di un partner di piede destro. In attacco Palumbo o Longo guideranno il reparto con Moccia a destra e Bacio Terracino a sinistra, ma La Pietra scalpita, come Diallo e Fragiello. E guai a dimenticare l'apporto che potrebbero fornire altri due under del 2001, Capasso per l'attacco e Campanile per la coppia centrale di difesa. Insomma, c'è tanta carne al fuoco su cui Ambrosino potrà lavorare nei prossimi giorni, con qualche indicazione che arriverà inevitabilmente questo pomeriggio dal test dell'Arcoleo. Ma le soluzioni sono già diverse, con almeno altri 3-4 innesti (forse anche qualche under 2002 che oggi servirebbe) alle porte che andranno a definire un organico già competitivo. E che vuole tornare a far sognare una piazza intera, non lasciando nulla di intentato. 

Sezione: Eccellenza / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 11:30
Autore: Stefano Sica
Vedi letture
Print