Conferenza stampa pre partita per Alessandro Erra, tecnico della Paganese. Domani al Torre arriva il Bisceglie (ore 15). Per il trainer azzurrostellato non ci sono mezze misure: bisogna vincere per respirare e allontanare pericoli di bassa classifica. 

GARA DA NON FALLIRE - "Abbiamo lavorato a pieno organico e saremo più allenati di loro che hanno avuto problemi maggiori dei nostri. Dovremo giocare su questa cosa e mi aspetto una risposta importante dai miei. Il risultato pieno in casa manca da un po' e vogliamo vincere. E' uno scontro diretto da non fallire in quanto siamo consapevoli che possiamo indirizzare il campionato verso zone più tranquille. Mi aspetto una crescita globale della squadra: in alcune partite si è intravista, in altre solo a tratti. Il Bisceglie aveva fatto bene prima dello sosta, quindi bisognerà essere attenti. Poi lo abbiamo visto anche noi col Teramo: determinati problemi possono compattare un gruppo che, quindi, reagisce alle difficoltà. Ci aspettiamo un avversario battagliero, ma noi dobbiamo concentrarci soprattutto su noi stessi".   

PER BUCARO CAMPIONATO FALSATO - "In parte sono d'accordo con Giovanni. Oggettivamente è un campionato dove ogni partita non sai chi puoi schierare. E' capitato anche a noi. C'è chi ha potuto godere del rinvio non potendo disporre di 13 elementi. Quindi si creano delle disparità e un ruolo importante lo gioca la fortuna. Siamo costretti ad andare avanti e si cerca di fare il meglio possibile sapendo che le complicazioni sono dietro l'angolo". 

SCHIERAMENTO TATTICO - "Non c'è un problema a sinistra, non è un discorso di fasce se pensiamo che abbiamo preso il secondo gol su contropiede, dove abbiamo perso palla a destra non riuscendo poi a marcare l'uomo in area di rigore. E' un discorso di equilibri e di globalità. Ci dobbiamo muovere con maggiore coordinazione e sincronismo".   

OMAGGIO BISCEGLIE PER CICCIO DE VIVO - "Un gesto bellissimo. Ciccio è stato un compagno di viaggio e siamo certi che da lassù continuerà a tifare per noi". 

Sezione: Serie C / Data: Sab 21 novembre 2020 alle 12:45
Autore: Stefano Sica
Vedi letture
Print