Uno sciopero annunciato dall'AIC, uno sciopero che ha trovato però la resistenza della Lega Pro: quello che succederà sabato, al via del campionato, non è dato ancora saperlo, ma la prima giornata del torneo di Serie C 2020-2021 è a rischio.
Anche se sulla questione i presidenti sono divisi. Molto chiara la posizione del presidente della Turris Antonio Colantonio, intervenuto ai microfoni di tuttoturris.com: “Spero in disposizioni più chiare nelle prossime ore, ma se la Lega Pro non autorizzerà lo sciopero, noi in quanto società saremo costretti a presentarci comunque ad Avellino domenica, anche a costo di mettere la Primavera in campo. Non si tratta di fare i furbi, ma ce lo impongono le norme. Speriamo che la situazione possa risolversi, anche perché vogliamo cominciare. E’ una sorta di battesimo calcistico per me. Ho assaporato i Pro ai tempi dell’Ischia ma farlo a Torre del Greco, a casa mia e per di più dopo un’attesa di 20 anni, ha tutt’altro sapore. E cominciare già dalla sfida con l’Avellino rende il tutto ancora più affascinante”.

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 23 settembre 2020 alle 19:16 / Fonte: Tuttomercatoweb
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print