Ariedo Braida è convinto che l'assenza di pubblico potrà dare una mano al Napoli nella sfida di ritorno degli ottavi di Champions League contro il Barcellona: "Senza pubblico parliamo di un calcio quasi finto - ha detto l'ex direttore sportivo blaugrana a Radio Punto Nuovo - Le emozioni, la forza che ti dà il pubblico, mancheranno al Barcellona. I 90 mila del Camp Nou sono l'uomo in più, il Napoli sarà avvantaggiato da questa situazione. Certamente il Barça è il Barça, ma mancherà il pathos".

Braida, che è stato ds dei catalani tra il 2015 e il 2019, ha provato anche a dare qualche suggerimento a mister Gattuso, che conosce bene dai tempi del Milan: "Bisogna prepararsi bene tatticamente, stare corti e credo che Rino stia preparando tutto questo. Se Messi, ma non solo lui, trova spazio, può far male, è incontenibile. Se trova una gabbia, una squadra forte, farà un po' fatica. Credo che il Barça scenderà in campo con il 4-3-3, il modulo che mi piace di più. Hanno due giocatori giovani, Fati e Pedri, con grande talento, ma i giocatori del Barcellona sono bravi tutti. A mio avviso c'è bisogno che il Napoli sia compatto, stretto, corto, non bisogna mai allungare la squadra per cercare di coprire gli spazi in maniera rapida. C'è bisogno di pedalare, correre in maniera armoniosa, muoversi bene e ci vuole molta disciplina tattica".

Sezione: Calcio Internazionale / Data: Mer 05 agosto 2020 alle 23:05 / Fonte: Sportmediaset
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print