Un gol di Della Latta manda il Padova alla finalissima per la promozione in Serie B: i veneti vincono 1-0 sul campo dell'Avellino, condannando così all'eliminazione i lupi che così chiudono anticipatamente la propria stagione. Mentre per i ragazzi di Mandorlini c'è ancora l'ultimo atto contro una tra Alessandria o Albinoleffe. 

Per 48 minuti del primo tempo sembra un replay della gara d'andata: Avellino in difficoltà nella zona offensiva, Padova ben organizzato e più convinto in campo. Sul taccuino della cronaca si annotano solo azioni patavine e la prima è il gol di Della Latta che sblocca il match al 28', sfruttando un rimpallo favorevole a centro area sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. Gli irpini accusano il colpo e non riescono a scuotersi: così al 38' Ronaldo sfiora il raddoppio con una serpentina centrale che viene salvata dall'intervento decisivo di Forte ad impedire al Padova di andare a +2 prima dell'intervallo. La sfida tra il fantasista ed il portiere si ripete a fine primo tempo ma l'estremo difensore irpino respinge in angolo un calcio piazzato battuto ai 25 metri. Finisce così il primo tempo. 

Nella ripresa Braglia passa al 4-3-1-2 con l'innesto di Errico ma il Padova ha la grande chance per andare sul 2-0 ma Paponi sciupa incredibilmente dopo aver saltato anche Forte, facendosi intercettare il pallone dallo stesso estremo difensore. Poi l'Avellino inizia un forcing per cercare di pervenire al pareggio. La prima grande chance capita a Dossena che schiaccia di testa sul cross di Tito dalla bandierina ma Dini dice no. L'attacco irpino continua con un destro a giro di Maniero che sfiora di un soffio l'incrocio dei pali alla sinistra di Dini. Braglia rinforza l'attacco nel finale con Santaniello e Bernardotto ma è Errico ad avere una grandissima chance per mandare la partita ai supplementari ma un monumentale Kresic si immola e salva il risultato con un grande intervento. Nei 5 minuti finali c'è un'ultima chance per l'Avellino con un colpo di testa di Maniero che non inquadra lo specchio. Al triplice fischio è grande festa per il Padova e grande amarezza per l'Avellino: i veneti volano in finale, i lupi si mangiano le mani. 

Avellino-Padova 0-1

AVELLINO (3-5-2): Forte; Laezza (1' st Errico), Dossena, Illanes (33' st Miceli); Rizzo, Adamo (39' st Bernardotto), Aloi, D’Angelo (33' st De Francesco), Tito; Fella (21' st Santaniello), Maniero. A disp.: Pane, Leoni, Rocchi, L. Silvestri, Baraye, M. Silvestri. All.: Braglia.

PADOVA (4-3-1-2): Dini; Germano (16' st Nicastro), Kresic, Rossettini, Curcio; Hraiech (43' st Andelkovic), Della Latta, Halfredsson; Ronaldo (29' st Vasic); Chiricò (29' st Jelenic), Paponi (16' st Pelagatti). A disp.: Vannucchi, M. Mandorlini, Biancon, Firenze, Biasci, Andelkovic, Bifulco, Ejesi. All.: A. Mandorlini. 

ARBITRO: Colombo di Como.

Guardalinee: Garzelli-Barone.

Quarto uomo: Natilla.

MARCATORE: 28' pt Della Latta.

NOTE: spettatori 1000. Ammoniti: Rizzo, Illanes, Ronaldo, Dossena, Hraiech, Maniero, Aloi, Chiricò, Rossettini, Vasic. Angoli: 6-5 per l'Avellino.

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 09 giugno 2021 alle 21:00 / Fonte: TuttoC.com
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print