NAPOLI (4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj, Fabian (82′ Demme), Bakayoko (74′ Malcuit), Lozano, Mertens (74′ Lobotka), Politano (60′ Ghoulam), Osimhen (82′ Petagna). A disp.: Meret, Contini, Malcuit, Demme, Ghoulam, Mario Rui, Maksimovic, Rrahmani, Lobotka, Petagna, Llorente. All.: Gattuso.

ATALANTA (3-4-2-1): Sportiello, Palomino (46′ Djimsiti), Romero, Toloi, De Paoli, De Roon, Pasalic, Gosens (80′ Muriel), Gomez (55′ Lammers), Ilicic (62′ Malinovskiy), Zapata (46′ Mojica). A disp.: Radunovic, Rossi, Sutalo, Lammers, Muriel, Freuler, Malinovskiy, Djimsiti, Hateboer, Mojica, Miranchuk. All.: Gasperini.

RETI: 23′, 26′ Lozano (N),30′ Politano (N), 43′ Osimhen (N), 68′ Lammers (A)

AMMONITI: Toloi, Gosens, Lozano, Djimsiti

Un primo tempo straripante del Napoli. Annichilita l'Atalanta, arrivata qui con un bottino di reti importanti e i titoloni dei giornali, ad accompagnare la formazione di Gasperini. Gattuso propone un Napoli iper offensivo con Mertens, Lozano e Politano, alle spalle di Osimhen. Esordio per il nuovo acquisto Bakayoko. Pronti via e gli azzurri mettono sotto la Dea che sembra un pugile alle corde e il Napoli piazza quattro ganci in pieno viso. L'uno due che tramortisce l'Atalanta è di Lozano che al 23' e al 27' piazza la doppietta che apre la strada alla goleada azzurra. Quattro minuti dopo è la volta di Politano, che con una conclusione a giro dopo l'ennesima azione offensiva dei partenopei, batte Sportiello. Sul tramonto del primo tempo arriva anche il primo sigillo italiano di Victor Osimhen. Lancio di Ospina, controllo di petto del nigeriano che si gira in un fazzoletto e conclude di potenza. Palla alle spalle di Sportiello. Nella ripresa l'Atalanta prova a risparmiarsi pensando alla sfida di Champions di martedì, mentre il Napoli controlla perfettamente la gara. Gattuso deve rinunciare a Politano, al suo posto Ghoulam, mentre Gasperini manda in campo il giovane olandese Lammers che su intuizione di Romero riesce a bucare Ospina e a mettere a segno la rete della bandiera per la Dea. Girandola di sostituzione per entrambe i tecnici, con il Napoli che con Lozano sfiora anche il 5-1, ma questa volta Sportiello gli dice di no. Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio che decreta il successo dei partenopei, che schiantano la quotatissima Atalanta di Gasperini e tornano a volare in classifica, aspettando il ricordo per lo 0-3 a tavolino contro la Juve e il punto di penalizzazione.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 16:53
Autore: Massimiliano Grimaldi
Vedi letture
Print