Spegne ben 77 candeline il mitico Salvatore Carmando, un giorno prima del suo grande amico Diego Armando Maradana che domani compie 60 anni. Trent'anni dalla pietra miliare del secondo scudetto del Napoli: scolpita con impareggiabile maestria dai piedi fatati  proprio di Diego Armando Maradona, ma plasmata dietro le quinte pure dalle mani d'oro di Salvatore Carmando, massaggiatore tout court, diventato però un personaggio pubblico per il suo rapporto personale e professionale con il fuoriclasse argentino (“Mi volle al suo fianco in due Mondiali”).

Ecco di seguito alcune dichiarazioni passate dello storico massaggiatore salernitana sullo stretto rapporto lavorativo con El Pibe de Oro : 

“Speciali. Con Diego diventammo amici praticamente subito, nel ritiro estivo di Castel Del Piano. Mi osservò per un po' di tempo mentre lavoravo, in silenzio. Poi Maradona mi scelse: sarai tu il mio unico massaggiatore. Non si faceva toccare da altri e per stendersi sul lettino dei massaggi aspettava che tutti i compagni fossero andati via dallo spogliatoio. Restavamo lì, da soli. Per ore. Nacque così un rapporto personale, oltre che professionale. Maradona mi volle con lui anche ai Mondiali in Messico, non me l'aspettavo. Feci un viaggio in aereo lunghissimo e con tre scali, per raggiungere Diego al seguito della sua nazionale. Ma il regalo me lo fece lui”.

Anche la nostra redazione formula i più sentiti auguri allo storico protagonista degli anni straordinari del Calcio Napoli

Sezione: Curiosità / Data: Gio 29 ottobre 2020 alle 15:19
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print