Un gol di Gagliardi al quarto d'ora del primo tempo ha regalato il blitz alla Gelbison nel fortino della Polisportiva Santa Maria nel derby del Cilento (0-1). Una sconfitta che lascia l'amaro in bocca al tecnico giallorosso Gianluca Esposito, anche per via dell'inferiorità numerica patita per 85 minuti a causa dell'espulsione di Capozzoli per gioco gravemente scorretto su un avversario.  

"E' una partita difficile da commentare. Ci si aspettava una sfida bella tra due squadre che offrono un calcio propositivo, ma non è andata così. Un episodio come quello capitato a noi dopo appena sei minuti, in un momento in cui già si gioca di frequente, ti condiziona. Non puoi andare a spingere come vorresti perché le energie fisiche e mentali vanno ad esaurirsi. Allora si prova a stare in partita e a sfruttare l'episodio buono rischiando il tutto per tutto negli ultimi 20-25 minuti. L'episodio simile qualche minuto prima con Graziani? Meglio non dire nulla... Io non commento mai le direzioni arbitrali, ma auspicherei sempre un metro di giudizio unanime in certe decisioni. Avevamo preparato una partita diversa, avremmo voluto giocarla in maniera diversa e avremmo voluto vincerla perché si trattava sempre di un derby, poi i piani sono saltati. Ma volevamo dare una soddisfazione a tutto il territorio di Castellabate. Fatto sta che rispetto senza polemiche l'esito della partita e faccio i complimenti ai miei ragazzi per non essersi lasciati andare, altrimenti avremmo rischiato l'imbarcata".     

Sezione: Serie D / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 14:15
Autore: Stefano Sica
Vedi letture
Print