Anche nella 26^ giornata del Girone C di Serie C la Ternana non sbaglia l'appuntamento con la vittoria, con un secco 0-2 a Foggia. Lo imita però l'Avellino, medesimo punteggio a Caserta, mentre il Bari rallenta ancora: 1-1 a Catania. Bella vittoria del Catanzaro che con l'1-2 di Palermo consolida il quarto posto. In coda successi importanti della Paganese sulla Turris per 2-0 (salta la panchina di Fabiano) e del Monopoli che, nonostante l'inferiorità numerica, riesce a superare per 1-0 la Cavese.

Vediamo chi sono i migliori undici della 26^ giornata del Girone C: 

PORTIERE

Bryan Costa (Virtus Francavilla): decisivo nell'occasione più ghiotta per gli avversari. Costa neutralizza con reattività il penalty di Mazzeo, preservando il risultato. 

DIFENSORI

Luigi Silvestri (Avellino): prova corale dei biancoverdi. Il difensore ha il grande merito di sbloccare il risultato, poi disputa l'ormai proverbiale gara grintosa. 

Nicolò Gigli (Potenza): una prova ordinata per il difensore centrale che neutralizza con freddezza i pochi pericoli che capitano dalle sue parti, gestendo il reparto con personalità. 

Luca Martinelli (Catanzaro): il difensore giallorosso segna un gol preziosissimo al "Barbera" che fa volare i calabresi al quarto posto in solitaria. 

CENTROCAMPISTI

Pedro Costa Ferreira (Teramo): una presenza costante per tutta la gara da lui giocata. Quantità e qualità, segna il gol del pareggio e ci mette tutta la sua esperienza. 

Matteo Zanini (Paganese): sempre nel vivo del gioco il centrocampista azzurrostellato. In avvio colpisce una traversa e poi sfiora nuovamente la rete. Nei suoi piedi la palla è in banca. 

Antonio Palumbo (Ternana): torna titolare e si sente. Efficace, ordinato, rompe gioco e costruisce con la stessa intensità, illuminando la manovra con diverse splendide giocate. 

Nana Welbeck (Catania): l'intensità del mediano rossoazzurro è ormai proverbiale. Gioca ogni palla che gli passa tra i piedi con intelligenza, così come sempre razionale è la sua corsa e il suo pressing. 

ATTACCANTI

Gennaro Borrelli (Juve Stabia): una gran partita del giovane attaccante scuola Pescara. Senso del gol quando mette dentro il tap-on dopo la traversa di Berardocco e tanta intensità su tutto il fronte offensivo. 

Andrea De Paoli (Monopoli): fa valere la legge dell'ex contro la Cavese. Entra a gara in corso con i biancoverdi in dieci e realizza la seconda rete settimanale regalando al Gabbiano una bella vittoria. 

Pietro Cianci (Bari): due gare e due gol in biancorosso. Cambia la maglia, non la confidenza con la porta per Cianci, che si conferma ancora una volta uno degli attaccanti migliori di questa Serie C. 

ALLENATORE

Piero Braglia (Avellino): è stato davvero difficile trovare un motivo per il quale non dare a mister Braglia il premio di miglior tecnico del turno. E in effetti non lo abbiamo trovato. Cosa dire a questo Avellino, che in campo si muove con precisione svizzera, gioca un calcio efficace e mai banale, e sembra davvero non sbagliare un colpo. Il secondo posto degli irpini è meritatissimo.

Sezione: Serie C / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 11:46 / Fonte: Tuttoc
Autore: Alfonso Marrazzo
Vedi letture
Print