Ringrazio Juventus e Roma che mi hanno fatto vivere un momento indimenticabile, soprattutto per l'omaggio dei calciatori che sono i nostri primi giudici. Sono onorato". Lo ha detto l'arbitro Gianluca Rocchi che a Torino ha diretto la sua ultima partita in Serie A. "Una fine migliore non c'era, credo di lasciare nel momento giusto", ha aggiunto. Sui troppi rigori in Italia, Rocchi ha dichiarato: "Dopo il lockdown, senza pubblico, le partite non erano più le stesse. E' possibile che certi contatti sono sembrati più evidenti di quello che fossero e forse questo ha portato all'aumento dei fischi".

"Il VAR? Il regolamento ha reso più logiche e facilitato certe decisioni, certo ora avendo lo strumento tecnologico su di noi c'è sempre una maggior attenzione. Ma ora credo ci sia molta più giustizia con la videoassistenza", ha dichiarato. "Futuro? Ora la priorità è la famiglia, poi se troverò una situazione spero di rimanere il più possibile in questo mondo", ha concluso.

Sezione: Serie A / Data: Dom 02 agosto 2020 alle 01:17
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print