Due squadre alla ricerca di continuità e un briciolo di identità in più. Hellas Verona e Napoli sono formazioni che hanno dimostrato le proprietà qualità, ma in più di un’occasione hanno visto incepparsi il proprio motore interno andando incontro a brutte figure. L’Hellas, infatti, arriva dal ko contro l’Inter, mentre gli uomini di Gattuso dopo il 6-0 alla Fiorentina si sono fatti battere dalla Juventus in Supercoppa proponendo una prestazione al di sotto delle attese.

Speedy Lozano e la vendetta di Dimarco- Con questi presupposti al ‘Bentegodi’ le due formazioni sono scese in campo con la voglia di mandare in archivio i momenti no, ma dando valore alle proprie qualità. La gara ci mette appena 10” per prendere la strada degli azzurri. Lancio di Demme al fischio d’inizio per lo scatto di Lozano che sfrutta il mancato intervento di Dimarco per battere Silvestri. Dopo qualche minuto di shock gli scaligeri iniziano a farsi vedere in avanti. Bello lo scambio fra Barak e Kalinic con il croato che al momento del tiro viene anticipato da Maksimovic. Al 20’ bella azione del Napoli. Ottimo sviluppo della manovra sulla sinistra, con Insigne che premia la sovrapposizione di Hysaj. Cross basso per Demme, ma sul suo destro è il compagno Lozano a fare involontariamente muro. Al 21’ altra conclusione dell’Hellas con Ilic al termine di un’azione ben manovrata sulla destra e finalizzata con un tiro alto dal centrocampista di Juric. Al 25’ conclusione al volo di Demme su spizzata di Petagna. Silvestri respinge con un mezzo miracolo. Al 34’ accade una cosa imprevedibile quanto la rete di Lozano. Se Dimarco ha le colpe maggiori nel gol del Napoli è lo stesso difensore dell’Hellas a rimettere la bilancia in parità. In un’incursione in area sfrutta il cross di Faraoni per battere completamente libero Meret. Al 37’ il portiere ex Udinese compie un mezzo miracolo su Lazovic che da due passi sfrutta un posizionamento sbagliato dei difensori azzurri per battere a rete. Ancora Napoli al 41’ per una nuova puntata del duello Lozano-Dimarco: il messicano punta il difensore e calcia violentemente senza però trovare lo specchio della porta. La prima frazione si è chiusa con un’occasione sui piedi di Faraoni su palla in area dalla sinistra. Meret interviene e l’arbitro sospende la sfida.

Barak e Zaccagni immensi - La ripresa inizia con gli stessi effettivi della prima frazione e anche con lo stesso canovaccio. E’ il Napoli che gestisce il pallone e il ritmo della partita, mentre l’Hellas arretra e riparte negli spazi. Al 55’ doppio cambio per l’Hellas: fuori un evanescente Kalinic per fare spazio a Di Carmine, mentre Dimarco lascia il posto di Magnani. Al 62’ ecco il gol che non t’aspetti: quello dei padroni di casa. E’ Barak a portata avanti la formazione di Juric con un diagonale bellissimo innescato da Zaccagni con un assist d’esterno stupendo. Al 65’ doppio cambio del Napoli: fuori Petagna e Demme per Osimhen e Politano. Al 70’ lampo del Napoli ancora con Lozano che dalla destra si accentra e con un tiro cross impensierisce relativamente Silvestri tagliando comunque fuori anche gli interventi dei suoi compagni. Al 75’ altro cambio per il Verona con Lovato che prende il posto di Gunter. Al 79’ tris del Verona. Meret perde un pallone sanguinoso recuperato da Zaccagni che parte e serve Di Carmine che calcia trovando la respinta di Meret. Rapace Lazovic a rimetterla nel mezzo per il colpo di testa vincente di Zaccagni. All’82 altro doppio cambio per il Napoli con Zielinski e Bakayoko che lasciano il posto ad Elmas e Lobotka. Per l’Hellas invece entra Bessa per Zaccagni. Da qui al termine del match tanta confusione ma poca lucidità da parte di un Napoli che non reagisce al ko in Supercoppa contro la Juventus, soccombendo ad un Hellas che non si arrende neanche dopo un gol incassato a 10” dal fischio d’inizio. Verona sorpresa della Serie A? Non più. Al Bentegodi si fa calcio e alla grande.

i seguito il tabellino del match fra Hellas Verona e Napoli, 19° giornata di campionato:

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Günter (76' Lovato), Dimarco (56' Magnani); Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic; Barak, Zaccagni (83' Bessa); Kalinic (56' Di Carmine). A disp: Berardi, Pandur, Udogie, Cetin, Ceccherini, Danzi, Colley, Salcedo. All.: Ivan Juric

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Demme (65' Politano), Bakayoko (83' Lobotka); Lozano, Zielinski (83' Elmas), Insigne (60' Mertens); Petagna (65' Osimhen). A disp: Contini, Ospina, Manolas, Rrahmani, Mario Rui, Ghoulam, Llorente. All.: Gennaro Gattuso

Arbitro: Michael Fabbri (Ravenna)

Marcatori: 1' Lozano (N), 34' Dimarco (H), 62' Barak (H), 79' Zaccagni (H)

Ammoniti: Magnani, Zaccagni (H) Demme, Di Lorenzo, Koulibaly (N).

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 24 gennaio 2021 alle 17:17 / Fonte: Tuttomercatoweb
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print