Un secondo posto da conquistare per dare un senso ad una stagione esclusivamente a tinte rossoverdi: Avellino e Bari si affronteranno questo pomeriggio allo stadio Partenio-Lombardi nel match clou della trentacinquesima giornata di Serie C girone C (LIVE MATCH su TuttoC a partire dalle ore 17.30).

Dopo il capitombolo proprio contro i galletti nel girone di andata (successo per 4-1 dei biancorossi), gli irpini hanno inanellato un filotto di quattordici risultati utili consecutivi, frutto di nove vittorie e tre pareggi: uno score che ha permesso agli uomini di Braglia di portarsi in seconda posizione, alle spalle della più quotata Ternana. Il passo falso al Massimino di Catania (3-1), seguito dal ko con gli umbri nell'ultimo match di campionato (4-1) e  intervallato dal successo interno con la Virtus Francavilla (1-0), ha reso meno stabile la seconda piazza del raggruppamento. Il Bari si è minacciosamente fatto sotto, in virtù dei due successi consecutivi contro Paganese (2-0) e Vibonese in trasferta (0-1). Il divario si è leggermente assottigliato, appena quattro lunghezze separano le due contendenti che proveranno fino all'ultimo minuto di gioco a difendere, nel caso dei campani, o ad acciuffare, nel caso dei pugliesi, il secondo gradino del podio. Missione complicata o quasi per entrambe con l'Avellino che, al netto della sfida odierna, dovrà vedersela nei successivi 270' nell'ordine con Vibonese, Teramo e Cavese, due match esterne ed uno, quello con gli abruzzesi, tra le mura amiche, mentre i galletti ospiteranno il Palermo alla prossima, poi faranno visita alla Turris prima di chiudere i giochi al San Nicola nel derby con il Bisceglie.

L'Avellino in casa ha costruito la propria forza, conquistando ben 35 punti sui 63 totali, non disdegna il ruolino di marcia in trasferta, ma il Bari lontano dalle mura amiche sembra avere una marcia in più, 30 punti esterni sui 59 totali, due in più dei biancoverdi, che fuori dal Partenio ne hanno raccolti 28. Tre reti subite in più da parte degli uomini di Braglia, che dopo il ko del Liberati sono diventati la terza difesa meno battuta del torneo, soffiata la seconda piazza proprio dai galletti, che di reti ne hanno incassate 27.

Il primo confronto della storia è del 19 ottobre 1952 e si giocò a Bari: era in programma la quarta di andata del campionato di Serie D girone G e la sfida terminò a reti inviolate. Nella gara di ritorno disputatasi in terra campana si concluse con un altro pareggio per 2-2. I biancoverdi trionfarono alla fine della stagione, chiudendo  il campionato a pari punti con il Colleferro (37 punti a testa) e superando il club capitolino nello spareggio promozione del 3 maggio 1953, svoltosi a Caserta,  con successo per 2-0. In totale, il Bari ha vinto solamente tre volte in casa dei lupi, nelle stagioni 1966-67 con rete di misura di Mujesan, in quella 2003-04 con doppietta di Spinesi e nel 2017-18, a segno Nenè e Cissè, che ribaltarono il vantaggio dei campani con Vajushi. I biancoverdi a loro volta hanno sconfitto in 9 occasioni i biancorossi tra le mura amiche, mentre quattro sono stati i pareggi.

A dirigere l'incontro è stato designato il signor Marco D'Ascanio della sezione di Ancona, coadiuvato dagli assistenti Marco Ceccon della sezione di Lovere e Claudio Gualtieri della sezione di Asti. Quarto ufficiale designato è il signor Daniele Rutella della sezione di Enna. Due direzioni per il fischietto marchigiano con la formazione irpina, si segnala una sconfitta per 2-0 in trasferta contro la Casertana nella passata stagione (a segno Starita e D'Angelo) e una vittoria per 4-0 tra le mura amiche contro il Foggia nella venticinquesima giornata della stagione in corso (doppietta di Fella, Maniero e De Francesco i marcatori). Altrettanti precedenti  per i galletti, che sono stati diretti da D'Ascanio in due occasioni, entrambe fortunate: successo esterno nella  stagione scorsa contro la Sicula Leonzio (in rete Antenucci e D'Ursi) e alla settima giornata dell'attuale stagione con vittoria interna per 4-1 sul Catania (Di Cesare, Claiiton, Montalto e Citro rimontarono la  rete del  vantaggio degli etnei con l'autorete di Ciofani).

QUI AVELLINO - Mister Braglia ha convocato 23 calciatori per la sfida con i galletti: fuori Leoni per scelta tecnica e Santaniello, che è risultato positivo al  Covid. Solito 3-5-2 per la formazione irpina con Pane tra i pali, difesa a tre composta da Illanes, Miceli e Luigi Silvestri. Aloi vertice bassi, Carriero e D'Angelo interni di centrocampo, Ciancio e Tito sulle corsie esterne. In attacco dovrebbe rivedersi il tandem Maniero-Fella. Rientra in gruppo Errico dopo un lungo infortunio, ma dovrebbe partire inizialmente dalla panchina.

QUI BARI - Cinque assenze tra le fila dei biancorossi,  che saranno costretti a rinunciare per la trasferta campana agli infortunati Celiento, Sabbione, Sarzi Puttini, Andreoni e Citro. Sono 22 i convocati, tra i quali figurano gli intraprendenti giovani della Berretti Dargenio,  Manè, Mercurio e Pinto. Mister Carrera recupera Cianci e De Risio, che hanno scontato il turno di squalifica. Il modulo è il collaudato 4-2-3-1 con Frattali in porta, Minelli e Di Cesare centrali, Semenzato terzino destro e Perrotta terzino sinistro. Bianco e Lollo sulla mediana, mentre Marras e D'Ursi agiranno da ali, Maita rifinitore alle spalle di Antenucci unica punta.

Queste le probabili formazioni del match Avellino-Bari, sfida valida per la trentacinquesima giornata di Serie C girone C (LIVE MATCH su TuttoC a partire dalle ore 17.30):

Avellino (3-5-2): Forte; Illanes, Miceli, L. Silvestri; Ciancio, Carriero, Aloi, D'Angelo, Tito; Maniero, Fella. A disp.: Pane, Dossena, Laezza, Rocchi, Adamo, Baraye, Capone, De Francesco, Errico, Rizzo, Silvestri M., Bernardotto. All. Braglia

Bari (4-2-3-1): Frattali; Semenzato, Minelli, Di Cesare, Perrotta; Bianco, Lollo; Marras, Maita, D'Ursi; Antenucci. A disp.: Marfella, Fiory, Ciofani, Pinto, Mané, Rolando, D'Argenio, De Risio, Cianci, Candellone, Mercurio. All. Carrera

Arbitro: Marco D'Ascanio della sezione di Ancona (ass. Ceccon-Gualtieri; IV: Rutella)

Sezione: Serie C / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 14:46 / Fonte: Tuttoc.com
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print