Ritorno all’Arechi nel segno dei tre punti per Claudio Lotito. Il co-patron ha fatto il suo “esordio” stagionale in via Allende in occasione della vittoria per 4-1 sul Pisa della Salernitana targata Castori. “Sicuramente oggi la squadra ha dimostrato di essere compatta, determinata, volitiva e tonica” ha commentato l’imprenditore capitolino dopo aver parlato con la squadra e aver lasciato la tribuna dello stadio Arechi. Una squadra che, secondo Lotito “ha qualità tecniche. Ci sono le condizioni per fare ottimo campionato. Bisogna giocare tutte le partite ma sono molto soddisfatto della prestazione di oggi, spero che la squadra prosegua su questa linea”. 

Impossibile non parlare del malumore della piazza: “Non faccio polemiche, non sono abituato a farne. I tifosi facessero i tifosi, devono parlare delle cose che gli appartengono e tifare la squadra del cuore nel rispetto delle regole. Non consentirò mai ai tifosi di sostituirsi alla società”.

Sulla gestione dell’emergenza Covid nel calcio: “Noi stiamo mettendo in campo tutte le forze possibili in termini di prevenzione, e siamo arrivati al tetto di 1000 spettatori. In Campania c’è una situazione di incremento più che esponenziale ma sono sempre per il buon senso. Bisogna fare in modo che tutti capiscano l’importanza della situazione dal punto di vista sanitario adottando tutte le misure necessarie. Su alcuni eccessi di valutazione io ho la mia visione che è di rispetto assoluto, bisogna cominciare a riflettere su alcune tematiche per capire se alcuni elementi oggi considerati pericolosi lo sono effettivamente da un punto di vista scientifico. Ogni persona deve essere responsabile del proprio comportamento altrimenti si vanificano tutti i sacrifici”,

Concludendo con una considerazione tecnica, Lotito ribadisce la volontà di restare: “Bisogna avere una combinazione di qualità e di ‘manico’. La squadra ha la ‘cazzimma’ che prima non aveva, se tutti lavorano all’unisono possono dare grandi soddisfazioni ai tifosi nonostante le preoccupazioni strumentali di qualcuno che vuole che la società abbandoni Salerno. Nessuno mi costringe a stare qua, se faccio una cosa è perché voglio farla”.

Sezione: Serie B / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 20:38
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print