Debutto vincente per la Scafatese, che espugna il Gobbato stendendo il Pomigliano 3-1 nell'anticipo mattutino del girone C dell'Eccellenza campana. Un risultato che ha rispettato il pronostico della vigilia ma che, tutto sommato, i canarini hanno portato a casa faticando più del previsto. Meglio i granata per tutto il primo tempo, per freschezza atletica e qualità di gioco. Il vantaggio arriva solo al terzo minuto di recupero con una perla su punizione di Siciliano, ma è assolutamente meritato. La Scafatese, brutta e impalpabile prima dell'intervallo, senza aver mai tirato in porta, cambia totalmente passo nella ripresa. Apre le danze al 3' Cherillo con un destro a giro che fulmina Bellarosa, anche se due minuti dopo la squadra di Cioffi potrebbe mettere la freccia: De Rosa innesca la trama granata portata avanti con una bella discesa da Ventola, sul cross successivo c'è una mano evidente di Romano (ammonito) in area. È rigore e Giuseppe Palladino, enfant prodige classe 2003, si supera su Siciliano. Al 12' Scafatese in vantaggio con un altro penalty concesso per un ennesimo mani in area di rigore. Uguale il metro di giudizio dell'Arbitro l'avellinese Palmieri, e stavolta è Rega ad essere sanzionato. Dal dischetto De Iulis non fallisce. A quel punto il Pomigliano scompare dal campo, tramortito psicologicamente dall'1-2 gialloblù. Ci prova De Iulis ancora dalla distanza, Bellarosa è attento. Al 19' il tris definitivo con una palombella strepitosa di Orlando, che dalla fascia destra sorprende il numero uno ex Nola: la palla sbatte sul secondo palo e si infila in porta. Si riaccende la speranza quando al 35' Pastore si procura un secondo rigore (spinta di Imparato), ma lo stesso bomber napoletano si fa ipotizzare da uno fenomenale Palladino, che intuisce la traiettoria della conclusione. Fine dei giochi, con De Sio che, in pieno recupero, coglie il palo esterno imbeccato da Marseglia dopo una rapida ripartenza. Anzi, no: pochi secondi dopo, Palladino completa la sua domenica da urlo con un miracolo sulla botta ravvicinata di Rega. La Scafatese può festeggiare. 

Sezione: Eccellenza / Data: Dom 11 aprile 2021 alle 13:00
Autore: Stefano Sica
Vedi letture
Print