Non si preoccupa più di tanto Marco Ercolessi, capitano di lungo corso, al primo anno con la casacca della Sandro Abate Avellino. La brutta sconfitta rimediata dagli Avellinesi all'Opening Day di Salsomaggiore ha restituito tante perplessità agli appassionati irpini, ma l'esperto calcettista invita a non fare drammi e spiega perchè:

"Pur considerando il ritardo di preparazione dovuto al covid, e le assenze di compagni importanti, non ci interessa accampare scuse per la sconfitta all'esordio contro l'Acqua e Sapone. Abbiamo perso contro una grande squadra, non potendo neppure contare sul fattore campo che per noi è importante. Dopo il primo tempo positivo, abbiamo un po' ceduto nella ripresa, ma per il futuro dovremo sicuramente cercare di portare gli episodi positivi dalla nostra parte. Certo, adesso arriva un'altra trasferta, in casa del Game Dosson, assai ostica. Affronteremo sul loro campo, che è un vero e proprio fortino per i Veneti, una squadra molto forte, che già lo scorso anno è arrivata quarta. Però io non ne farei una questione di vita o di morte. Anche se non dovessimo riuscire a vincere, non sarà un dramma, perchè vorrei ricordare che per vincere questo campionato, a differenza del calcio, non bisogna per forza arrivare primi. La stagione è lunga e le gare che saranno fondamentali arriveranno da gennaio in poi, quando bisognerà pensare al piazzamento migliore per giocarsi la post-season. Ricordo che la stessa Game Dosson, lo scorso anno, nelle prime dieci gare aveva vinto una sola volta. Poi la compagine veneta ingranò la marcia giusta ed arrivò addirittura quarta prima della chiusura del campionato per il covid. Io so bene che il vostro ambiente è abituato a vincere, ma vorrei invitare tutti ad avere un po' di pazienza. Siamo un gruppo nuovo che deve cercare in breve tempo di trovare la giusta amalgama, e poi sicuramente arriveranno i risultati".

Sezione: Calcio a 5 / Data: Ven 16 ottobre 2020 alle 20:55 / Fonte: Giornale dell'Irpinia
Autore: Rino Scioscia
Vedi letture
Print