Came Dosson - Sandro Abate Avellino   5 - 2

La Sandro Abate cade anche in casa della compagine veneta, ma il punteggio finale ci sembra oggettivamente troppo severo. La compagine avellinese ha giocato alla pari fino a tre minuti dalla fine, vale a dire fino a quando, sotto 2-3, non ha avuto l'infelice idea di giocare con il portiere di movimento, che, non solo non ha sortito alcun effetto benefico, ma ha finito per determinare altri due gol nella propria porta sguarnita.

Eppure la Sandro Abate era riuscita addirittura a chiudere i primi venti minuti con il vantaggio di due reti ad una, dopo aver avuto anche la forza di ribaltare il parziale che aveva visto gli Avellinesi subire un gol dopo pochissimi minuti di gioco. Artefici del sorpasso momentaneo erano stati un Avellinese di adozione, il brasiliano Fantecele, ed un Avellino purosangue, il giovane Testa. Entrambi i gol della Sandro Abate sono stati davvero spettacolari.

Purtroppo, la ripresa ha visto la compagine irpina soccombere dinanzi al ritorno orgoglioso dei Veneti, che sono riusciti a ribaltare nuovamente il punto, portandosi sul 3-2 a proprio favore. Il vantaggio dei padroni di casa è stato messo in discussione in almeno un paio di circostanze, nelle quali la Sandro Abate ha sfiorato il pareggio.

Poi, come detto, la Came Dosson ha approfittato della sfortunata decisione tecnica da parte di mister Fabian Lopez, che ha tentato di giocare con il portiere di movimento. Il tentativo si è rivelato infruttuoso, ed i padroni di casa hanno finito con il dilagare, chiudendo con un 5-2, che penalizza eccessivamente una Sandro Abate che si è battuta bene, pur dovendo rinunciare a calcettisti del calibro di Villalva, Nicolodi e Crema.

Sezione: Calcio a 5 / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 23:08 / Fonte: Giornale dell'Irpinia
Autore: Rino Scioscia
Vedi letture
Print