Le scelte sono fatte. Rino Gattuso ieri ha ritrovato anche gli ultimi reduci dalle nazionali ed ha sciolto i dubbi sull'undici da contrapporre al Milan capolista ed imbattuto di Pioli. Sulla presenza di Dries Mertens da prima punta da giorni non ci sono particolari dubbi e lo stesso ora si può dire per Bakayoko - pienamente recuperato - ed Elmas, tornato con una storica qualificazione agli Europei con la Macedonia ed un doppio assist in due partite in una posizione a tutti gli effetti da rifinitore, che avrà una chance importante dal primo minuto contro i rossoneri. Il macedone ha ritrovato la migliore condizione dopo il Covid, a differenza proprio di Piotr Zielinski, che ha sofferto di più la positività, sta faticando a ritrovare il ritmo e per questo inizierà dalla panchina.

Il dubbio riguarda il modulo e più nel dettaglio la filosofia di gioco. Se la presenza di Elmas, come detto, non è in discussione, lo è invece proprio la posizione dell'ex Fenerbahce: potrebbe agire da sotto punta dietro Mertens nel 4-2-3-1, con quella libertà offensiva che lo esalta anche in nazionale, ed in questo caso Gattuso non stravolgerebbe il percorso intrapreso in questa stagione con un gioco più diretto per sfruttare la velocità degli attaccanti. L'assenza di Osimhen, e con ogni probabilità anche quella di Lozano (che dovrebbe lasciare inizialmente il posto a Politano che s'è allenato due settimane con Gattuso), ovvero i giocatori più veloci e pericolosi nell'attacco alla profondità, può orientare il tecnico al 4-3-3 con Elmas sul centrocampo con Bakayoko e Fabian in più ed un'idea più di possesso e fraseggio corto.

Sezione: Serie A / Data: Sab 21 novembre 2020 alle 22:53 / Fonte: Tuttomercatoweb
Autore: Antonio Vistocco
Vedi letture
Print